• Offerta corsi

    Corsi diversificati per età e grado di apprendimento per un percorso formativo nella ginnastica artistica.

  • Calendario

    Le competizioni di Ginnastica Artistica dell’anno in corso a carattere regionale e nazionale.

  • Chi siamo

    L’Ass. Ginn. Kines fu fondata nel lontano 1977, anno in cui ci fu anche la prima affiliazione alla FGI e il CONI.

  • Pubblicazioni

    Testi sulla preparazione fisica, storie di ginnasti famosi, tecnica, metodologia di assistenza nella ginnastica.

  • Galleria

    Le più belle immagini degli atleti della Kines-Roma

Londra, le fermate della metropolitana con i nomi dei campioni

Share 'Londra, le fermate della metropolitana con i nomi dei campioni' on Facebook Share 'Londra, le fermate della metropolitana con i nomi dei campioni' on Google+ Share 'Londra, le fermate della metropolitana con i nomi dei campioni' on Twitter Share 'Londra, le fermate della metropolitana con i nomi dei campioni' on Email

Manca davvero poco all’inaugurazione dei Giochi Olimpici, in programma per il prossimo 27 luglio, quando nello Stadio Olimpico di Londra si accenderà la fiaccola olimpica. La capitale inglese da tempo si sta preparando nel migliore dei modi per essere impeccabile all’occasione. Uno spettacolo curato nei minimi dettagli da regalare al mondo intero.

Per l’occasione della XXX edizione delle Olimpiadi estive, anche i nomi delle stazioni della metropolitana inglese si sono rinnovate. Il “Tube”, l’underground più famosa e più antica del mondo (fu aperta al pubblico nel 1863), dedica ogni stazione ad un mito dello sport. 361 fermate per riassumere ben 116 anni di storia dei Giochi Olimpici. Il look rielaborato ha preso il nome di Olympic Legends Map. Si potrà salire alla “Usain Bolt station”, due fermate dopo cambiare alla “Ian Thorpe” e tirare dritto fino alla “Michael Phelps”. Al nuotatore statunitense è stata dedicata la fermata più importante, quello dello Stadio Olimpico. Il talento a stelle e strisce vanta ben 16 medaglie olimpiche (di cui 14 d’oro) raccolte ad Atene 2004 e Pechino 2008.

Il criterio di scelta del nome è stato quello di aver vinto almeno un oro a cinque cerchi, ma ci sono anche chi si è distinto per meriti sportivi pur non essendo salito sul gradino più alto del podio, o ancora atleti che si sono resi protagonisti di sconfitte celebri: su tutti Dorando Pietri, l’italiano che alle Olimpiadi di Londra 1908 tagliò per primo il traguardo della maratona, ma fu squalificato perchè, venne aiutato dai giudici nei metri finali. Gli altri azzurri che figurano sulle fermate della metropolitana londinese sono: Paola Pezzo (due ori nella muntain bike ad Atlanta ’96 e Sidney 2000); Paolo Bettini (oro ad Atene 2004); Edoardo Mangiarotti (schermidore, ora da Berlino 1936 a Roma 1960) e i fratelli Abbagnale che avranno la fermata uno dietro l’altra nell’area Sud-Ovest di Londra (nel canottaggio due ori e un argento da Los Angeles 1984 a Barcellona 1992).

Scritto da Kines

Kines

Nessun commento.

Rispondi

Messaggio